Aci SportChianti RacingAltitude Eventi gare automobilismo: la Corsa di Alcide è una gara di regolarità a cronometro per auto storiche che si svolge nella Toscana più bella
deenit
La corsa di Alcide 2017

I LUOGHI

Una Toscana di eccellenza
sullo sfondo di una grande gara


Poggibonsi

Centro economico e finanziario ha origini molto antiche come insediamento romano dei soldati di Catilina. In posizione strategica nel bel mezzo delle più famose città d’arte e sulle maggiori vie di comunicazione, rappresenta oggi uno fra i maggiori centri produttivi della Toscana: il 90% della produzione italiana di Camper nasce proprio qui. Il piacevole centro storico accoglie i momenti speciali della Corsa.


I dintorni di Poggibonsi

Castelli, Fortezze, Pievi, e Conventi: ne ha di storia da raccontare il Poggio dei Bonizi.  La Fortezza Medicea commissionata da Lorenzo de’ Medici a Giuliano da San Gallo, i suoi Castelli di Badia e Strozzavolpe, La Fonte delle Fate, opera di Balugano da Crema, le sue Chiese, tutte opere bellissime che fortunatamente si sono salvate dagli intensivi bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale che hanno raso al suolo gran parte del paese.


Colle di Val d’Elsa

Cittadina con una grande tradizione produttiva: cartiere e gualchiere hanno animato la vita economica fin dal medioevo. Oggi, affiancate alle testimonianze architettoniche di quel periodo ed all’autentico centro storico nella parte alta, troviamo una serie di interventi progettati da grandi architetti: Giovanni Michelucci ha progettato la nuova sede del Monte dei Paschi di Siena, mentre la ristrutturazione di piazza Arnolfo, che attraverseremo con la Corsa, porta la firma di Jean Nouvel, progettista anche di altri edifici colligiani.


Casole d’Elsa

Casole d’Elsa è un piccolo comune nella provincia di Siena di circa quattromila abitanti. Il borgo è stato conteso sin dagli inizi del 1200 prima tra Volterra e Siena, poi è stato coinvolto inevitabilmente nella guerra fra Guelfi e Ghibellini. Dopo un anno di dominio fiorentino, Casole venne ammessa definitivamente ai domini di Siena dopo la battaglia di Montaperti. La conformazione attuale di questo borgo medievale rileva questa sua anima di terra contesa, con in rilievo la cinta muraria e la Rocca Senese, oggi sede del comune. Paese agricolo e turistico, vive delle coltivazioni di viti, olivi e cereali.


Chiusdino

Caratteristico paese toscano che conserva intatto gran parte del suo tessuto urbano medievale, Chiusdino sorge su un rilievo delle irte Colline Metallifere. Benché i suoi dintorni presentino segni di insediamenti etruschi, Chiusdino dichiara fin dal suo stesso nome un’antica origine longobarda. Parlando di Chiusdino è impossibile non nominare la famosa abbazia di San Galgano, i cui resti grandiosi e suggestivi spiccano nel paesaggio circostante il paese. Da visitare, inoltre, la chiesetta in stile romanico-senese di Monte Siepi dove è visibile la famosa Spada nella Roccia.


Montemassi

Borgo medioevale situato sulle pendici di una collina che sovrasta la Maremma Grossetana. Luogo pieno di storia che nel 1300 è stato espugnato più volte dai senesi, che lo hanno mantenuto in possesso fino alla caduta della Repubblica di Siena a metà del XVI sec. Di notevole interesse il Castello e le possenti mura che abbracciano interamente il piccolo borgo maremmano. Simone Martini nel 1300 raffigurava il borgo nel famoso dipinto “Guido Riccio da Fogliano”.


Grosseto

Capitale della maremma, una città ricca di storici palazzi, un centro storico accerchiato da possenti e bellissime mura. Per secoli, nella pianura maremmana, è stato l’unico rifugio da briganti e malaria, pianura che fino agli anni ’20 è stata, per gran parte, una insalubre ed insidiosa palude.


La Maremma

Nonostante molto sia cambiato dai tempi della palude, del latifondo e del brigantaggio, la Maremma è ancora una terra aspra, dai forti contrasti, dai colori affascinanti. Le immagini che offre sono vigorose, a volte aggressive, un territorio che ha con sé i segni di un passato molto duro.


Magliano in Toscana

Piccolo borgo situato sulle colline interne della Maremma. Alte mura recentemente restaurate racchiudono un piccolo centro storico molto curato e ricco di commerci.


Orbetello

E’ situata nel centro della omonima laguna, oasi del WWF dove svernano molte specie di uccelli. Costruita sulla estremità della stretta penisola che si proietta sulla laguna, nel secolo scorso è stata collegata all’Argentario da una spettacolare strada che sembra sospesa sulla laguna stessa.


Argentario

Un mare terso e pulitissimo spiagge bellissime, affascinanti scogliere, colline e boschi, borghi straordinari, fanno dell’Argentario un luogo di eccellenza per la vacanza di personaggi dello spettacolo e VIP.
I tre porti turistici della zona sono visitati ogni anno da un turismo internazionale di alto livello che offre un grandioso spettacolo di imbarcazioni da sogno.


Porto Ercole

Vero borgo marinaro nel 2014 è stato inserito fra i borghi più belli d’Italia. Il Forte Filippo, Il Forte Santa Caterina, il Forte Stella, la Torre del Mulinaccio, la Rocca, si ergono nei dintorni del borgo a testimonianza del ruolo di difesa che il borgo ha avuto durante i secoli. Da sempre luogo di pescatori e pescherecci, è stato il punto principale dove, nella sua storia, Alcide si riforniva di pesce fresco.


La Val d’Orcia

Valle di incomparabile bellezza paesaggistica, patrimonio dell’Umanità UNESCO.


Cinigiano

Piccolo borgo medioevale che sorge su un colle, il suo territorio alterna paesaggi ed atmosfere diverse. In cima al poggio che sovrasta il borgo è possibile ancora vedere il “Cassero”, cioè il borgo più antico, con i resti della rocca medievale di Cinigiano.


Montalcino

Borgo collinare reso noto per la produzione del vino Brunello, dal quale si possono ammirare panorami fantastici sulla Val d’Orcia e sulla Val d’Asso. Ha origini molto antiche (se ne parla già nel 800) e grazie sia alla sua posizione strategica sulla via Francigena che ai lunghi periodi di pace che ha vissuto ha sempre avuto una forte economia. Caratteristica perpetrata fino ad oggi con la qualificatissima produzione vitivinicola famosa nel mondo.


Buonconvento

Bonus Conventus significa in latino “luogo felice”: la sua posizione direttamente sulla Cassia con grandi spazi pianeggianti, si è rivelata determinante per tutti gli eventi che attualmente accoglie questo borgo di origine medioevale esistente già nel 1100. E’ il centro più importante della Val d’Arbia.


Le Crete Senesi

In inverno un paesaggio lunare dovuto alla colorazione grigio- azzurra dell’argilla di cui sono costituite le dolci colline e in primavera un “deserto” verde. Paesaggi di grande impatto emotivo dovuto all’immagine molto desolata del territorio.


Siena

Universalmente nota per la sua bellezza e per la famosa Piazza del campo, dove si corre il Palio, antica corsa a cavallo, Siena è una città medievale di rara bellezza e il suo centro storico è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Coniuga modernità e tradizioni, esigenze attuali con una storia a cui è fortemente legata. E’ una città a misura d’uomo: con un centro chiuso al traffico che permette di perdersi in vicoli enigmatici che si snodano tra imponenti palazzi medioevali e che conducono al cuore della città, l’inconfondibile Piazza del Campo.


Monteriggioni

Un vero Castello costruito ex-novo dai senesi agli inizi del 1200. Luogo magico inserito in una corona di oliveti che rivestono l’intera collina dove sorge il borgo. E’ stato inserito all’interno del percorso della via Francigena dal Consiglio d’Europa, assumendo per questo una notevole rilevanza turistica.


San Gimignano

Perla delle città medioevali, patrimonio dell’umanità UNESCO, indiscussa capitale del turismo dei borghi d’arte: una esperienza unica offerta dalla Corsa il passaggio nel suo centro storico, nelle sue meravigliose piazze.


Il Chianti

Un territorio che è esso stesso un opera d’arte, in cui ogni elemento è in perfetta armonia con il resto: le sue immagini sono uno dei simboli della Toscana nel mondo, Un luogo senza uguali, dove la bellezza fa veramente da padrona: territorio, cultura, arte, tradizione, impresa, tecnologia, innovazione, esperienza, il tutto coniugato in un linguaggio universale di ineguagliabile fascino.


San Casciano

Situata sulle colline tra il fiume Greve e il torrente Pesa, San Casciano è una cittadina medievale il cui territorio increspato in morbidi pendii, è quasi interamente compreso nell’area del Chianti Classico. Lo stemma del comune raffigura l’antica rocca – realizzata dai fiorentini come strumento di difesa dalle incursioni dei senesi – così come si presentava nella prima metà del sec. XV. San Casciano è nota per la produzione di vino, di olio extravergine di oliva e di altri tipici prodotti agricoli.


Greve in Chianti

La sua bellissima piazza triangolare rappresenta il punto catalizzante di questo attivissimo borgo chiantigiano. Patria del navigatore Giovanni da Verrazzano, ospita nella sua piazza un monumento eretto in onore dell’esploratore.


La Lega del Chianti
Nel XIII sec. il territorio chiantigiano era costituito dai territori di soli tre comuni: Radda, Castellina, e Gaiole che formarono la Lega del Chianti, organismo militare politico amministrativo afferente alla Repubblica Fiorentina, creato  come baluardo territoriale contro Siena. Il simbolo era il Gallo Nero, quello che oggi simboleggia tutta la sotto zona del Chianti Classico.


Radda in Chianti

Piccola cittadina turistica, ricca di storia e di paesaggi mozzafiato era la sede politico amministrativa della Lega.


Gaiole in Chianti

Era il mercatale della Lega, il luogo dei commerci e degli scambi. Una piacevole cittadina con un gruppo sociale molto attivo ed aperto. Ha avuto origine qui 20 anni fa l’evento di successo mondiale di ciclismo d’epoca “L’Eroica”, che ogni anno porta a Gaiole più di 6000 partecipanti.


Castellina in Chianti

Fra i comuni chiantigiani è stato quello che ha risentito più di tutti della industrializzazione: grandi aziende legate al mondo agricolo hanno dato il via ad un processo di trasformazione del territorio che hanno fortemente influenzato il tessuto sociale. Era la sede militare della Lega.